MASSOFISIOTERAPIA

/ Massoterapia

“Il massaggio è una particolare terapia fisica costituita da un complesso di manovre eseguite con le mani sui tessuti molli sui quali provoca azioni dirette ed azioni riflesse, che possono manifestarsi in loco oppure sull’ organismo in generale”

Effetti biologici della massoterapia

Cute

  • Cute liberata dalla cellule di sfaldamento, quindi più morbida ed elestica
  • Le ghiandole sebaccee e sudoripare vengono spremute con conseguente aumento della secrezione e liberazione dei dotti
  • La stimolazione delle terminazioni nervose provoca sensazione di benessere

Circolo ematico e linfatico

  • Aumento del ritorno venoso e linfatico
  • Mobilizzazione della massa sanguigna con circolo accellerato e migliorato
  • Miglioramento del drenaggio interstiziale
  • Accelerazione del metabolismo tissutale

Apparato muscolare

  • Eliminazione dei cataboliti
  • Miglioramento del tono
  • Azione ritardante dell’ atrofia muscolare
  • Funzione decontratturante

Sistema nervoso

  • Effetti sedativi
  • Effetti rilassanti

Altri apparati

  • Aumento della diuresi
  • Lieve aumento numero emazie circolanti
  • Azione sedativa
  • Azione stimolante sulla secrezione ghiandolare
  • Aumento tono della muscolatura

Massaggio Terapeutico

Il massaggio terapeutico ha come scopo quello di migliorare le condizioni di salute di una persona (non affetta da patologie gravi), aumentandone l’ elasticità delle strutture muscolo-tendinee, migliorando la circolazione periferica, accelerando gli scambi metabolici a livello tissutale, migliorando il reflusso venoso, linfatico, ripristinando un buon equilibrio mio-psichico.

Tutti gli scopi il massaggio terapeutico si propone di ottenere, dipendono dall’ esatta applicazione tecnica della sua manualità. Ogni manualità esercita meccanismi tali da produrre modificazioni fisiologiche rilevanti nel corpo umano, sia a livello cellulare sia a livello degli organi. Questo tipo di modificazioni fisiologiche dipendono fondamentalmente da due meccanismi:

  • azione diretta o meccanica: è quella prodotta direttamente sui tessuti molli e sugli organi sottoposti al massaggio e dovuta allo stimolo fisico imposto dalla manualità stessa.
  • azione indiretta o riflessa: le modificazioni fisiologiche che si possono ottenere dalla manualità non sono dovute direttamente allo stimolo esercitato sui tessuti, bensì alla stimolazione di particolari recettori nervosi presenti nella cute, nei muscoli e nei tendini che trasmettono lo stimolo ricevuto al sistema nervoso centrale, il quale a sua volta rimanda risposte vaso – motorie e neuro – vegetative che determinano modificazioni fisiologiche tramite quindi un meccanismo di tipo riflesso. L’ azione riflessa non provoca solamente modificazioni nel distretto corporeo sollecitato dalla manualità, ma determina una modificazione dello Status funzionale di organi anche lontani dal punto di stimolazione.

Massaggio Miofasciale

Il sistema miofasciale è una fitta struttura connettivale che avvolge e mette in collegamento tra loro muscoli , tessuti e organi, fornendo loro delle guaine protettive elastiche. Queste guaine a loro volta non sono isolate ma formano una rete estesa, sono strati di tessuto, che avvolgono tutti gli elementi del nostro corpo. Attraverso gli strati fasciali, si determina la postura del corpo nello spazio, si trasmette il movimento ai vari segmenti corporei e si configura la struttura fisica della persona nella sua interezza.

Il Massaggio Miofasciale è quindi l’espressione di tecniche estremamente sofisticate che coinvolgono molteplici apparati, sia con azioni dirette sia con azioni riflesse. Agisce direttamente sui rapporti muscolo-scheletrici ed articolari.Se tali funzionalità sono alterate, tendono a manifestarsi progressive disarmonie corporee quali vizi posturali, rallentamenti circolatori ed una ridotta mobilità articolare, che si ripercuote nella vita di tutti i giorni.

Le manovre del Massaggio Miofasciale, facilitano una maggiore mobilità articolare e gradualmente algie, contratture e rigidità scompariranno; verrà via via migliorata l’ossigenazione tissutale superficiale e profonda, ricreando un’armonia corporea globale.

 Indicazioni

  • L’obiettivo del massaggio mio-fasciale è di separare gli strati della fascia, per ammorbidirle e migliorare l’efficienza delle fibre muscolari
  • Ri-equilibrio delle disarmonie della fascia neuromuscolare
  • Miglioramento della postura
  • Riduzione dei dolori muscolo-articolari
  • Riduzione algie miotensive (azione rilassante sul S. N. vegetativo)
  • Riduzione rigidità mio-articolari